PENCIL


...la fotografia Sportiva


TEAM

ARANZAZU AZPIROZ
MARTINA CORAZZA
SARA FELLONI 
SERENA GAZZINI
SIMONA GROSSI
MARI HOLDEN
FANY LECOURTOIS
RASA MAZEIKYTE
EDITA PUCINSKAITE
JOANE SOMARRIBA
TATIANA STIAJKINA
DANIELA VERONESI

Foto di Andrea Gorini

 Abbigliamento Sportivo

 Bycicle Components

STAFF

10 Febbrai 2001

REP. DI S.MARINO
2°G.P. S.MARINO
25 marzo 2001

 

space.tin.it/sport/bhjros

EDITA PUCINSKAITE

Venticinque anni. Lituana.

(Camp. Mondiale 99 - Winner al Tour '98)

Giovane, ma dal curriculum di primaria nota.
Da segnalare fra le oltre quaranta vittorie fra le élite: 
nel '94 il Tour de Epinal, e la classifica "Giovani" al Giro d'Italia; 
nel '95 il GP Cantoni di Zurigo, una tappa al Powerbar (USA) e la Medaglia di Bronzo ai Mondiali di Duitama in Colombia
nel 1996 il Giro di Slovacchia e il Trofeo Lete; 
nel '97 il Giro del Friuli, il G.P. di Philadelphia (con arrivo solitario davanti a 200.000 persone) e il terzo posto al Giro d'Italia. 
Strepitoso il 1998 grazie allo storico successo al Tour de France, consumato con una condotta che non ha precedenti nella massima rassegna a tappe francese: vittoria nella prima tappa (e in altre due) e maglia gialla dall'inizio alla fine. 
Sempre nel '98 ha vinto il Giro di Turingia (massima corsa a tappe tedesca) e il Trofeo Città di Schio. 
Altrettanto strepitoso il 1999. Dopo aver vinto il titolo lituano a cronometro ed esser giunta quarta al Giro d'Italia e terza al Tour de France, ha inanellato una serie di vittorie solitarie nel Giro del Valdarno, nel Trofeo Carnevale d'Europa e in tre tappe del Giro di Toscana, manifestazione che l'ha poi vista trionfatrice nella classifica finale. 
Quindi, la ciliegina sulla torta dettata dalla straordinaria conquista a Verona del Titolo Mondiale su Strada
Tre giorni prima della conquista iridata era riuscita a prendersi il bronzo nella prova mondiale a cronometro. 
Con l'iride addosso, ha conquistato il Trofeo Mamma Boni (cronocoppie con la connazionale Ziliute) e ha trionfato nel "Km del Corso" a Mestre.
Nel 2000, all'esordio in ALFA LUM, chiamata al difficile compito di onorare la maglia arcobaleno, se l'è cavata benissimo. 
Dieci vittorie fra le quali spiccano il prestigioso G.P. des Grimpeurs a Parigi, la tappa di Badonecchia al Giro d'Italia, dove ha pure conquistato il quarto posto finale e la maglia verde di miglior scalatrice.
Al Tour de France è giunta seconda a soli 35" dalla compagna Somarriba, dopo aver vinto il tappone del Tourmalet e per distacco la tappa di Ydes.
Ha quindi vinto il Trofeo Città di Schio ed il G.P. Festival de l'Unità. 
Passista scalatrice, irresistibile quando è al massimo della forma e fortissima come condotta media. 
E' paradossale per una col suo curriculum, ma ha ancora ampi margini di miglioramento, soprattutto sotto l'aspetto tattico.


   

Back to top

| Dove siamo | Contattaci | Privacy | Copyright 1999-2019 - Gorini Andrea - P.IVA 01567590409 |

.