PENCIL


...la fotografia Sportiva


TEAM

ARANZAZU AZPIROZ
MARTINA CORAZZA
SARA FELLONI 
SERENA GAZZINI
SIMONA GROSSI
MARI HOLDEN
FANY LECOURTOIS
RASA MAZEIKYTE
EDITA PUCINSKAITE
JOANE SOMARRIBA
TATIANA STIAJKINA
DANIELA VERONESI

Foto di Andrea Gorini

 Abbigliamento Sportivo

 Bycicle Components

STAFF

 

TATIANA STIAJKINA

Ventitre anni. Ucraina.

(Campionessa Europea Strada-Crono '99)

Uno dei più grandi talenti del circuito internazionale.
Potremmo tranquillamente dire precoce in tutto. 
Nel 1994, ancora junior, era già una ciclista dai valori assoluti, al punto di far vedere le streghe ad una certa Antonella Bellutti nei mondiali dell'inseguimento. 
Nel 1995 con una preparazione affrettata a causa di un'operazione chirurgica venuta all'indomani di importanti partecipazioni internazionali su strada con le Elite, partecipò da protagonista ai Mondiali Junior di San Marino. 
Subito ottenne il bronzo a cronometro nonostante i motivi citati e un terribile viaggio in pullman dall'Ucraina che la debilitò non poco. 
Conquistò poi, gettando l'oro, l'argento nella corsa a punti, mentre nella prova su strada, cercò inutilmente in una gara fiacca di rendersi protagonista. 
Finì sesta, ma fu macroscopicamente evidente il suo talento superiore. Ed infatti l'Italia le aprì le porte nel 1996, ma quello fu per Tatiana l'unico anno nero di tutta la sua carriera. 
Tante gare abuliche ed insignificanti per una del suo rango. 
Nel '97 lo squadrone della Sanson l'inserì a sorpresa nelle sue file e la Stiajkina fece vedere anche ai più scettici quanto fosse forte.
Un'infinità di piazzamenti con gare di grande spessore (nel Giro del Trentino in particolare), il secondo posto agli Europei dopo aver dato l'impressione di esser la più forte, un formidabile successo nel Tour di Styria, arricchito dalla conquista di due tappe e il successo nella prima tappa del Giro di Toscana. 
In questa competizione, praticamente senza squadra, finì seconda nella generale finale, ma più che ad Imelda Chiappa dovette cedere al Team di costei e alla... sua solitudine. 
Ferma nel 1998 per maternità, s'è ripresentata subito protagonista nel 1999, cogliendo un'infinità di grandi piazzamenti (quarta al Mondiale) e ben 9 vittorie, fra le quali i Campionati Europei su strada e a cronometro. 
A fine anno Tatiana Stiajkina e stata classificata numero uno mondiale under 23 e numero 8 assoluta. Il 2000 è stato per lei difficile, potremmo dire una stagione interlocutoria di lusso, visto che ai tantissimi piazzamenti ha aggiunto due belle vittorie (una tappa al Tour de l'Aude ed una al Giro di Svizzera), ma soprattutto un ruolino da protagonista testimoniato dal 15 posto assoluto nella ranking mondiale e dal 1° fra le Under 23.
Atleta completa, deve solo maturare la sua dimensione, in fondo ha solo 23 anni e l'Alfa Lum è il sodalizio ideale per trovarla.


   

Back to top

| Dove siamo | Contattaci | Privacy | Copyright 1999-2019 - Gorini Andrea - P.IVA 01567590409 |

.